Tusa inaugura la stagione estiva 2022 issando la Bandiera Blu


Tusa inaugura la stagione estiva 2022 issando la Bandiera Blu per l’ottavo anno consecutivo. Il prestigioso riconoscimento della FEE – Foundation for Environmental Education – per la qualità delle acque di balneazione e i servizi offerti dalle spiagge, è ormai un marchio distintivo per il piccolo borgo marinaro della provincia di Messina.

Sabato 2 luglio si è tenuta la cerimonia dell’alzabandiera, consueto appuntamento che apre la stagione balneare di Castel di Tusa. Erano presenti le autorità civili e militari, i dipendenti comunali, l’associazione Pro Loco di Tusa, il sindaco di Pettineo Domenico Ruffino, il sindaco di Reitano Salvatore Salvaggio e il vicesindaco di Castel di Lucio Graziella Sacco. È toccato all’assessore alle Frazioni Tiziana Scattareggia dare il benvenuto e introdurre gli interventi per il riconoscimento che – ha detto – “ha alle spalle tanto lavoro, non solo da parte dell’amministrazione di Tusa, ma anche della cittadinanza e delle istituzioni scolastiche”. La parola è passata prima agli amministratori dei comuni limitrofi.

Ci tenevo ad essere qui oggi in veste di sindaco e di Presidente del Consorzio Valle dell’Halaesa – ha detto Domenico Ruffino -. Ritengo che il lavoro in sinergia con la cittadinanza e le istituzioni locali premi e porti dei risultati e io sono orgoglioso che l’ottenimento della Bandiera Blu possa essere da sprono per tutto il circondario. C’è ancora tanto da fare, tanto impegno da profondere, perché i numeri ci dicono che abbiamo ampi margini di crescita e altre fette di mercato turistico da intercettare. Dobbiamo metterci a lavorare insieme per portare avanti lo sviluppo di tutto il territorio. Ritengo che ancora una volta vada ricercato un dialogo con il Presidente di Fiumara d’Arte perché la valorizzazione delle opere di Antonio Presti è altrettanto importante, così come il dialogo con gli altri sindaci.

Il vicesindaco di Tusa Angelo Tudisca ha dapprima ringraziato i presenti, poi ha parlato dei recenti risultati in termini di finanziamenti ottenuti: “La nostra forza è quella dello stare insieme e la presenza costante degli amministratori dei comuni limitrofi ne è la prova. Il recente risultato del finanziamento del PNRR Borghi è la dimostrazione che riusciamo a vedere lontano. Ieri sentendo gli operatori turistici abbiamo appurato che è tutto sold out e le attività ricercano personale. Inoltre le tre famiglie ospiti del SAI ordinari lavorano in aziende del nostro territorio. La nostra è una terra che può accogliere e il percorso intrapreso negli anni è un percorso di cui non vogliamo vedere la fine. Bisogna continuare a lavorare solo ed esclusivamente per mietere altri successi.

Entusiasta il sindaco Luigi Miceli, che ha illustrato i prossimi progetti in cantiere e che auspica entro il 2026 la realizzazione del progetto “Tusa: il borgo dell’arte” finanziato dal PNRR del MiC.

Continuiamo un percorso che va avanti da anni ed è finalizzato a migliorare sempre di più le condizioni di questo nostro grande e meraviglioso territorio. Lo scorso anno, in questa giornata analoga, vedevamo davanti a noi un cantiere in fase di esecuzione. Oggi abbiamo il nuovo sottopasso ferroviario, il nuovo parco giochi e un parcheggio capiente in piazza Stazione. Stiamo lavorando moltissimo insieme agli altri comuni per valorizzare anche i tesori dell’entroterra: il sito archeologico e il centro storico di Castel di Tusa e Tusa. Alcuni lavori a Tusa sono già iniziati, come il parcheggio di via Muro Rotto e la sistemazione del muro di via Platea. È di qualche giorno fa il finanziamento delle aree circostanti al Calvario, del primo piano del locale di via Collegio che ospiterà la “Residenza dell’Artista”, ed è stato pure assegnato il contributo di quasi 500.000,00 euro per un intervento con finalità antincendio al bosco di Tardara. Andiamo avanti e abbiamo almeno altri due obiettivi: uno lo abbiamo raggiunto giuridicamente con il finanziamento di rigenerazione urbana del PNRR Borghi storici e deve tradursi concretamente e un altro è la realizzazione della via di fuga a Castel di Tusa. C’è il finanziamento per il progetto, abbiamo chiesto il finanziamento per le opere e abbiamo già iniziato un’interlocuzione con i proprietari delle case. In questo momento ci sono tutti i presupposti per la sua realizzazione.

Dopo aver concluso gli interventi, è stato ancora una volta il Presidente del Consiglio Paolo Barbera ad alzare la Bandiera Blu 2022 che sventola sulla spiaggia del lungomare di viale Europa Unita, tra gli applausi degli amministratori e lo sguardo partecipe di cittadini e turisti. Per i più piccoli è stato creato in concomitanza un momento di intrattenimento al parco giochi di piazza A. Ferlito con “Il villaggio di Madagascar”, gonfiabili e spettacoli di animazione.

Dalla stessa categoria