Alessandro Magistro, coordinatore della provincia di Messina per Attiva Sicilia e candidato al Consiglio comunale di Caronia, apre con il suo gruppo alla trattativa e al dialogo con tutti i gruppi che sono a lavoro per le elezioni nel piccolo Comune dei Nebrodi, ma pone delle condizioni: “Nessuna apertura ai responsabili del degrado che vive il paese”. Magistro ha presentato infatti una testo ai diversi candidati a sindaco con l’intendi di aprire a chiudere a stretto giro degli incontri.

“I problemi non vanno risolti con chi li ha creati e voluti – dice Magistro a Nebrodi NewsAbbiamo chiesto al nostro candidato Sindaco e ad altri gruppi che sono mossi da una voglia di partecipare alle elezioni amministrative di muoversi a stretto giro per una vera e propria apertura. Mi ritengo soddisfatto dall’esito di apertura totale a un dialogo ma ad oggi nessun ha aperto sui candidati, tanto meno sui nomi del candidato Sindaco. Caronia ha bisogno di una personalità autorevole ma anche di un gruppo coeso, mosso da un programma serio e credibile. A giorni partiranno una serie di incontri che sono chiesti dalla comunità caronese, che non desidera quattro liste. E’ invece una nostra nostra responsabilità dargliene due, ma se questo non sarà possibile, punteremo a un massimo di tre. Se non vogliamo ascoltare i cittadini allora meglio tirarsi fuori” – conclude Magistro.

All’appello di Magistro, hanno risposto favorevolmente sia il Movimento per Caronia con Samanta Crisà e Sonia Serraino con Attiva Caronia. Anche l’ex presidente del consiglio comunale Antonietta Agostino ha voluto rilanciare, dal nostro giornale, l’invito all’unità delle forze politiche, schierandosi a sostegno della linea del coordinatore provinciale di Attiva Sicilia.

Leggi anche:  Forza Italia Sant'Agata, Alascia guiderà Dipartimento Pari Opportunità e Disabilità