Caronia, maiali selvatici a spasso in autostrada: incidente sull’A20


Poteva avere conseguenze peggiori l’incidente stradale provocato ieri sera, intorno alle ore 21, da un branco di maiali selvatici sull’autostrada A 20, al km 118, direzione Palermo, nel tratto compreso tra Santo Stefano di Camastra e Caronia.

Alcuni esemplari di suidi hanno attraversato la carreggiata, nei pressi di una galleria, quando sono stati notati da un automobilista, a bordo di un’autovettura di grossa cilindrata, che alla vista degli animali selvatici che gli ostruivano la strada, ha provato, con il mezzo in frenata e una brusca manovra, ad evitare l’impatto ma senza riuscirci. L’auto ha colpito in pieno 2 maiali selvatici finendo la propria corsa all’ingresso della galleria.

Stessa sorte per un’altra autovettura, di piccole dimensioni, che seguiva la prima, con due signore a bordo che, trovando ostruita la carreggiata dai maiali e dal mezzo sinistratosi qualche istante prima, è finita anch’essa per impattare contro la barriera divisoria che accompagna l’entrata della galleria. Mentre l’uomo a bordo della prima autovettura non ha riportato alcun danno fisico per le due signore la cosa è stata diversa. Gli occupanti della piccola autovettura, hanno riportato traumi per i quali è sttao chiesto l’intervento di un’ambulanza del 118 che ha accompagnato le due malcapitate al pronto soccorso dell’ospedale di Sant’Agata di Militello per gli accertamenti e le cure del caso. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia stradale di Sant’Agata Militello, coordinati dal comandante Massimiliano Fiasconaro, per i rilievi che consentiranno di ricostruire la dinamica esatta dell’incidente.

Il problema della proliferazione della fauna selvatica, sempre attuale, assume adesso dei contorni inquietanti. I pericoli che l’invasione senza precedenti di suini selvatici nelle aree rurali dei Nebrodi, che finora arrecavano danni alle coltivazioni, aggredendo le persone solo nei casi in cui si sentivano minacciati, aumentano assieme ai rischi ai quali vengono esposti anche gli automobilisti che transitano per l’autostrada. Episodi, come quello capitato ieri sera, dovrebbero far riflettere sull’impatto della fauna selvatica sull’economia e sulla salute delle persone. Per non parlare della sicurezza dell’autostrada A20, dalla quale qualsiasi animale, sia domestico sia selvatico, può tranquillamente, in alcuni tratti, entrare e uscire.

Un problema di cui si discute da anni ma che spesso le istituzioni hanno finto di non vedere. “Promuovere politiche e soluzioni per attuare su tutto il territorio nuovi e più incisivi modelli di gestione della fauna selvatica con l’abbattimento controllato” è stato l’appello rivolto da allevatori, sindaci e gente comune che giornalmente si sente minacciata. Eppure, finora, poco è stato fatto di concreto. Al più ci si è limitati a riconoscere qualche risarcimento per i danni subiti o a proporre misure poco efficaci come l’abbattimento selettivo o la sterilizzazione. Tutto inutile.

Foto di repertorio

Dalla stessa categoria